Vasi

RAKU

La preziosa ceramica Raku giapponese, prevede che il biscotto venga sottoposto ad una seconda cottura che serve a vetrificare il rivestimento. L’innovazione più importante rispetto alla tecnica tradizionale è quella che prevede una post cottura riducente anzichè ossidante: il pezzo cioè, una volta estratto dal forno viene inserito in un recipiente contenente foglie, paglia, segatura o altro materiale infiammabile. Tale operazione innesca una combustione che viene subito soffocata dal ceramista, generando un’atmosfera riducente che avvolge il pezzo. Questo processo determina (in combinazione con gli ossidi dello smalto) particolari effetti e sfumature, spesso unici ed irripetibili.